Venerdì - intera giornata

Una vacanza a Mauritius senza trascorre alcune ore all’Isola dei Cervi è un po’ come andare a Venezia senza passare sul ponte di Rialto. Certo oggi questo luogo incantato vede forse un tale flusso di persone che ne attenua la spettacolarità, ma resta pur sempre la meta per un bagno come lo abbiamo sempre sognato lungo le sue chilometriche spiagge abbaglianti e nelle tranquille lagune di acqua turchese. A Pointe Maurice ci attende una motobarca che ci trasporta sull’isola attraverso la bassa laguna e le piante di mangrovie. Ad aspettarci c’è la nostra guida che ci consiglia su dove sistemarci e ci assiste per eventuali nostre necessità durante la giornata. Il pranzo, per chi ha scelto di includerlo nell’escursione, ci viene servito al ristorante “Paul et Virginie”, che abbiamo scelto per la garanzia di qualità nei cibi e nel servizio garantiti dal lussuoso hotel Le Touessrok. Per il resto siamo liberi di goderci l’isola come meglio ci pare. Al momento fissato per il rientro la nostra guida ci assiste nel trasbordo sulla terra ferma dove ci attendono i mezzi per il rientro in hotel.


Curiosità
- L’Isola dei Cervi deve il suo nome ai cervi di Giava che qui vennero introdotti dagli olandesi e che sull’isola trovarono condizioni ideali per la loro riproduzione. Ancora di recente non era raro imbattersi in piccoli branchi che si spostavano fra le isolette approfittando delle lingue di sabbia che affiorano con la bassa marea.

Buono a sapersi
- Muoversi lungo le spiagge dell’Isola dei Cervi è uno dei modi migliori per trascorrere un po’ del tempo sull’isola: ma quando ci si allontana molto dai punti più frequentati è meglio tener d’occhio le proprie cose se decidiamo di prenderci un bagno.





STORIA,CLIMA,GEOGRAFIA
DA VEDERE
NOTIZIE
ALBERGHI
ESCURSIONI
ESTENSIONI
VOLARE A MAURITIUS
HOME
TORNA A MAURITIUS
LE AGENZIE DI CORMORANO
SCRIVI A CORMORANO
LE OFFERTE SPECIALI